I cittadini hanno il diritto di non soffrire di dolore cronico: esiste legge italiana

Il dolore è un campanello importante del nostro organismo e non è corretto sottostimarlo, abituandosi lentamente a conviverci.

eliminare dolore cronicoIl dolore cronico può e deve essere curato, facendo valere il diritto di tutti i cittadini di accedere alla terapia del dolore. Esiste infatti la Legge 38 del 2010, “Disposizione per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore” che regolamenta questa delicata materia.

In Italia manca ancora una piena cultura della “terapia del dolore” e sovente vi é uno scarso riconoscimento del fenomeno anche da parte del medico.

In realtà è importante sapere che esistono sia medici specialisti (anestetista, reumatologo, fisiatra, neurologo ecc.) che centri per curare il dolore cronico, ai quali è utile rivolgersi per innanzitutto capirne la causa e trovare la giusta terapia.

Il 20% della popolazione italiana (oltre 10 milioni di persone) è colpita. Le conseguenze del dolore sono molteplici e si riflettono sulla qualità della vita del soggetto interessato, con costi sanitari e costi sociali rilevanti.